Linux: Amministrazione sistema, Documentazione, HowTo, Tutorial, Recensioni, Manuale, Programmi, Software
News Linux e curiosità dal mondo open source...
Home > News Linux > Addio LinuxValley.it

Addio LinuxValley.it

Linux Valley

Linux Valley

Da tempo uno dei portali di riferimento in ambito GNU/Linux in Italia ha chiuso battente portando via dal web non poca documentazione e know-how che potevano essere utili per gli utenti del pinguino.

Di seguito riportiamo il testo della loro home page:

Dal 1998  Linux Valley si è sempre proposto come punto di riferimento per la comunità Linux e Open Source in Italia. Anno dopo anno il portale è cresciuto grazie a tutti voi che ci avete letto, dato consigli, inviato articoli e notizie, lodato e criticato per le scelte fatte. In questi 10 anni Linux ed il software Open Source sono riusciti ad imporsi all’attenzione del grande pubblico, per lo meno quello delle aziende e dei professionisti, tanto da diventare un’alternativa universalmente accettata nell’ambito dei sistemi operativi e del software cosiddetto “enterprise”. Questo successo, innegabilmente, lascia scoperto il fianco a prevedibili rischi di omologazione, ma è lo scotto che ogni tecnologia e ogni movimento di opinione pagano allorchè escono dai ristretti circoli degli appassionati per divenire fenomeni di massa ed entrare in contatto con il grande pubblico. Dopotutto, non era forse questo ciò che volevamo tutti? Altrettanto innegabilmente, questo stesso successo significa per noi un venir meno della missione originale. In un tempo in cui tutti parlano di Linux e Open Source e che qualunque sito Internet dedicato al software e alle tecnologie riserva una sezione alle novità e agli avanzamenti in questo campo, pensiamo sia giunta l’ora di chiudere questo capitolo per impegnarci in nuove sfide e nuove rivoluzioni. E’ perciò con una punta di nostalgia che, dopo dieci anni di attività, Linux Valley si ritira dalla scena. Ringraziamo tutti voi per aver collaborato al successo di una realtà che per molti anni è stata il punto di riferimento per coloro che hanno cercato informazione libera e non strumentalizzata su un mondo dalle molteplici sfumature quale è stato, e speriamo rimarrà per sempre, quello dell’Open Source.

Arrivederci alla prossima avventura.

Le nostre considerazioni e critiche in merito a tale scelta di natura egoistica ed opposte alla filosofia open source dove tutto viene condiviso a beneficio di tutti, vogliono servire per ricordare a tutti i portali e siti web che fruiscono contenuti didattici e tecnici che NOI non siamo i padroni del web e che da un momento all’altro possiamo decidere di rimuovere contenuti utili agli utenti.

Nulla in contrario alla scelta di chiudere un sito, ma un posto ove depositare i contenuti lo si trova sempre e con questo intendiamo chiudere la nostra critica.

A voi utenti e cari amici i commenti.

Domenico Rigattieri.

LinuxGuide.it TEAM

  1. feriz
    16 luglio 2009 a 7:38 | #1

    pienamente daccordo!!
    perchè non liberano anche il dominio? perchè mantengono l’hosting e non la documentazione?

  2. alex
    16 luglio 2009 a 14:35 | #2

    ciao a tutti,
    per anni ho seguito linuxvalley, bel sito, peccato…
    Perkè hanno mollato? qualcuno ha idea?
    Per fortuna che ci sono altri validi siti che offrono validi contenuti su tematiche linux.

  3. anark
    16 luglio 2009 a 17:48 | #3

    altro che informazione libera! che fine hanno fatto gli howto?
    manca solo che chiude il PLUTO :)

  4. 17 novembre 2009 a 10:36 | #4

    Loro stessi dicono : “escono dai ristretti circoli degli appassionati per divenire fenomeni di massa”

    probabilmente ora l’intenzione è quella di sfruttare il fenomeno di massa per guadagnarci qualcosa…..ciò giustificherebbe la chiusura del sito con tutta la documentazione contenuta…….. in ogni caso linuxvalley ci ha regalato parecchio in questi anni. GRAZIE

  5. 29 maggio 2010 a 3:04 | #5

    Chi vi parla sa tanto ed ha dedicato anima e corpo a LV. Peccato che chi ha comprato il progetto, uno di quelli che si spaccia per Guru del settore, abbia deciso di chiudere baracca a burattini, cacciando prima il creatore del sito e poi evidentemente da un giorno all’altro chi ci lavorava, mentre si lavorava in armonia con tante idee… Il perche’ lo avete detto voi… non ricavava abbastanza soldi ed era un peso per la proprietà… E tutto è andato perso… articoli, contributi, documentazione… anni e anni di lavoro e passione…

  6. admin
    29 maggio 2010 a 11:17 | #6

    Ciao,
    Sono Domenico Rigattieri, Responsabile di LinuxGuide.it
    Ti ringrazio per la tua testimonianza che servirà forse a
    smuovere le coscienze di chi è sempre pronto a distruggere
    piuttosto che creare/mantenere!

    Da anni cerco gente pronta a collaborare al progetto
    LinuxGuide.it – anni di lavoro del sottoscritto tante
    soddisfazioni pochi quattrini :)
    Ho sempre lavorato da solo su tutto(contenuti, grafica,seo)
    adesso vedo che cresce e richiede maggiori energie che da
    solo non riesco a fornire.
    Visto che sei un esperto se ti va di collaborare al progetto
    in maniera seria e se conosci gente che possiamo reclutare
    per creare un bel gruppetto IO sono qui, pronto a discutere
    su un eventuale società o altro perchè tutti siamo bravi
    ed appassionati ma non si vive di solo pane!

    L’invito è rivolto a chiuque atto a tale lavoro con le rispettive competenze

    Cordiali saluti,
    Domenico

  7. archim3de
    3 agosto 2010 a 0:05 | #7

    Salve a tutti,
    nemmeno io gradisco questo modo di fare, però, come si fa a criticare chi cerca di far soldi??
    Non conosco i retroscena, ne mi interessa conoscerli, ma analizziamo i fatti:
    Il fondatore di LinuxValley VENDE il progetto (quindi cerca di guadagnare o quantomeno di rientrare delle spese)
    Il nuovo proprietario dopo un pò decide di non portare avanti il progetto (probabilmente perchè meno redditizio del previsto).
    Stava al primo venditore pensare a che fine avrebbe fatto il contenuto!!!

    Posso fare una analogia?
    Michael Widenius padre di MySQL, “cede” il prodotto a Sun
    SUN passa ad Oracle
    Widenius lancia una petizione online per evitare questa “fusione” … ovviamente non è prevedibile le intenzioni di Oracle.
    la domanda è: tutte le transazioni sono state fatte per soldi… perchè ad un certo punto scandalizzarsi??

    Anche a me piacciono gli idealismi, però non vedo un settore dove a comandare non sia il danaro!

    Perdonate questa “intrusione”

  1. 16 luglio 2009 a 14:40 | #1